QS World University Rankings® by Subject: NABA è la migliore Accademia di Belle Arti italiana e nella Top 100 delle migliori università del mondo per il settore Art & Design
I Corsi
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO

Chi è il Creative Technologist?

Le tecnologie digitali e le intelligenze artificiali hanno avuto, e avranno nell’immediato futuro, un impatto crescente sul modo di lavorare e sviluppare progetti. Oggi, nella maggior parte dei settori, sono richieste figure che sappiano trovare soluzioni innovative per applicare la tecnologia alle sfide creative e offrire esperienze uniche agli utenti. Questo è precisamente il ruolo del Creative Technologist – anello di congiunzione fra team creativo e tecnico le cui task vanno dallo sviluppo di prototipi interattivi fino alla programmazione di applicazioni ed esperienze in VR. 

Cosa fa un Creative Technologist?

I principali ambiti in cui opera la figura di Creative Technologist includono la pubblicità e marketing. In questo caso, il suo contributo è teso a realizzare campagne pubblicitarie che utilizzino nuovi media e linguaggi espressivi per aumentare il coinvolgimento del target. Nell’arte, nel design e in architettura, invece, il professionista può essere chiamato a realizzare installazioni interattive, esperienze di realtà virtuale, interfacce utente o progetti di design parametrico che migliorano l'interazione tra le persone e l'ambiente circostante. Le esperienze in AR e VR sono sempre più richieste anche in settori radicalmente diversi come quello della moda e quello della formazione. Nel primo caso, l’obiettivo è coinvolgere il pubblico. Nel secondo, è trovare soluzioni interattive che favoriscano l’apprendimento. 

Quali skill deve avere un Creative Technologist?

Per creare un ponte fra creatività e tecnologia sono necessarie competenze tecniche trasversali e soft skill. Di seguito, elenchiamo alcune delle conoscenze che distinguono la figura che, in ogni caso, deve avere una predisposizione all’apprendimento per lavorare a progetti differenti e per far fronte alla proliferazione di nuove soluzioni. 

  • Conoscenze tecnologiche: comprensione delle tecnologie emergenti (es: AI, VR o Internet of Things), capacità di valutare e implementare la tecnologia più adatta per una determinata sfida creativa. 
  • Programmazione: conoscenze di base della programmazione e familiarità con i linguaggi di sviluppo web e mobile, come HTML, CSS, JavaScript e Python.  
  • Creatività e pensiero laterale: capacità di pensare in modo creativo e fuori dagli schemi per generare idee innovative e applicare la tecnologia in modo unico e coinvolgente. 

Come diventare un Creative Technologist?

Come accennato nel paragrafo precedente, un Creative Technologist deve avere competenze tecniche e creative. Queste possono essere acquisite attraverso un percorso formativo e, di seguito, raffinate con il lavoro quotidiano. In NABA, il Triennio in Creative Technologies trasferisce il know how necessario per lavorare con le più innovative tecniche digitali. Il corso offre le basi per realizzare esperienze digitali interattive, prototipi, interfacce utente ed esperienze virtuali. Queste possono essere messe in campo e perfezionate durante il periodo di stage. 

Cosa studiare per diventare Creative Technologist?