QS World University Rankings® by Subject: per il secondo anno consecutivo NABA è la migliore Accademia di Belle Arti italiana e nella top 100 delle migliori università del mondo per il settore Art & Design
I Corsi
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO

Un’esperienza didattica durata mesi e capace di esplorare il legame fra arte e scienza: questo è stato il progetto “BACTERIART from invisibile to visibile”. Grazie alla partnership con Yakult Italia, gli studenti del Triennio in Pittura e Arti Visive e del Biennio Specialistico in Arti Visive e Studi Curatoriali delle sedi di Milano e Roma hanno interpretato in chiave visiva il ruolo del microbiota intestinale. Le undici opere selezionate sono visitabili presso il campus milanese di NABA in via C. Darwin 20, Aule C.02 e C.05, fino al 30 settembre, tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00. Durante l’opening del 27 settembre sono state premiate le migliori opere nate dal progetto.

La collaborazione con Yakult Italia e le opere d’arte premiate

Per il secondo anno consecutivo, gli studenti dell’Accademia sono stati chiamati a offrire la loro lettura sul mondo dei batteri, enfatizzando la centralità che questi hanno per il benessere psico-fisico della persona. Attività scientifiche, visite al laboratorio di microbiologia, incontri con artisti ed esperti di comunicazione e arti visive: il processo creativo ha seguito un calendario intenso lungo l’intero A.A. 2021/22. Le opere realizzate rendono visibile all’occhio umano le insostituibili funzioni della flora batterica intestinale.

In occasione dell’opening del percorso espositivo, una giuria internazionale composta da personalità di spicco del campo artistico e di quello scientifico ha conferito il “Premio BacteriArt”. A vincere è stato “Vibes” della studentessa del Triennio in Pittura e Arti Visive del campus romano Chiara Nicoletti – un’installazione sonora e interattiva che si articola in una performance durante la quale il pubblico non è solo spettatore attivo, ma anche partecipe di un incontro vivo tra la microbiologia, il corpo e il suono.

Due, inoltre, le menzioni speciali: il premio “Dott. Shirota” è andato a “Inconspicuous Interaction” di Tanvi Shaha, studentessa dello stesso Triennio nella sede di Roma; mentre quello “Nuove Visioni” a “My gut (brain) feelings on-a-chip” di Camilla Gurgone, studentessa del Biennio in Arti Visive e Studi Curatoriali nel campus di Milano. La prima opera si distingue per il vivo interesse verso la percezione di visibilità, le esperienze e le emozioni viste attraverso forme e spazi. Stringendo un forte legame con le istanze dell'ambiente circostante, l'artista – anch’essa studentessa del campus romano – lavora con diversi media, come installazioni, sculture, dipinti e collage. “Nuove Visioni” a “My gut (brain) feelings on-a-chip” ha saputo, invece, interpretare nel modo più inaspettato il tema assegnato. La ricerca per la realizzazione di questa opera è iniziata, infatti, dalla scoperta degli “organs-on-a-chip”: cellule, tessuti miniaturizzati e coltivati in chip in vitro per simulare i meccanismi e la fisiologia di organi umani.

La mostra d’arte a Milano: tutte le altre opere e gli autori

La mostra curata da Chiara Lupi (Project Coordinator ed Exhibition Curator di BACTERIART) include anche i lavori “Status quo” (di Michela Alamprese, Mirko Barcaiolo, Alessandro Sorrentino), “ISHIN-DENSHIN” (di Giacomo Bonfiglioli, Elena Cucci, Giuliana Paolino), “BAC” (di Diego Gianettoni), “The Life Inside You” (di Agnieszka Rymuszka), “Energia immanente (Immanent energy)” (di Priscilla Pinto), “Humanoid bacteriacosm” (di Martina Ferrari), “Balancing Out” (di Chiara Meloni), “L.F.C.” (di Chiara Favini e Francesca Caporali).

I giurati che hanno valutato i lavori degli studenti sono: Alessandro Cannavò (Caporedattore di Corriere della Sera e Presidente di Giuria), Lucia Aspesi (Assistente Curatrice di Pirelli HangarBicocca), Patrizia Brigidi (Full Professor of Fermentation Biotechnology, Department of Medical and Surgical Sciences, School of Medicine dell'Università di Bologna), Eva Fabbris (Exhibition Curator di Fondazione Prada), Arianna Rolandi (Direttrice Science and Corporate Communication di Yakult Italia), Nomeda & Gediminas  Urbonas (artisti e docenti del Massachusetts Institute of Technology - MIT, Cambridge), Marianna Vecellio (Curatrice di Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea), Marco Scotini (NABA Visual Arts Department Head) e Andris Brinkmanis (Course Leader del Triennio in Pittura e Arti Visive).

“BACTERIART from invisibile to visibile”: informazioni sull’evento

Campus NABA di Milano, Aule C.02 e C.05, via C. Darwin 20
Dal 28 al 30 settembre dalle ore 10:00 alle ore 19:00
Ingresso libero.