QS World University Rankings® by Subject: per il secondo anno consecutivo NABA è la migliore Accademia di Belle Arti italiana e nella top 100 delle migliori università del mondo per il settore Art & Design
I Corsi
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO

Il 16 dicembre dalle 9 alle 12, nell’Aula 0.01 della sede dell’Accademia a Roma, NABA ospiterà il laboratorio “Verso il giardino e la scuola di Herat in esilio”, in collaborazione con Stalker, nell'ambito del progetto triennale “La Zattera. Alla deriva tra storie e immaginari della città invisibile (Roma 1870-2020)”. Attraverso interventi di persona e da remoto, l’incontro coinvolgerà docenti e studenti della scuola Afghana di Herat, attualmente in esilio, oltre a Silvia Simoncelli, NABA Head of Education - Roma, e Marco Scotini, NABA Visual Arts Department Head, in una discussione che intreccerà i temi della formazione e produzione artistica a quelli della migrazione. 

Uno spazio di relazione tra Roma ed Herat, tra chi dà e chi cerca rifugio. Una scuola di miniature ma anche un giardino: famosi nel mondo erano le miniature e i giardini di Herat. Un piccolo ecosistema in cui ritessere le relazioni tra natura ed arte, luogo di libera espressione artistica: pittura, miniature, fotografia, musica e poesia che ad Herat oggi sono condannate al silenzio e alla clandestinità. “La scuola di Herat in esilio a Roma” vuole essere uno spazio di azione, formazione e trasformazione, reciproca, aperta, tra culture e discipline, tra città e scuola, tra gli esseri umani e l’ambiente in cui vivono; uno spazio d’arte dedicato all’incontro tra gli artisti, intellettuali e studenti in arrivo in questi giorni dall’Afghanistan a Roma, dove tenere viva tradizioni artistiche oggi ridotte al silenzio in Afghanistan tra cui l’antica tradizione delle miniature di Herat. 

La Zattera, alla deriva tra storie e immaginari della città invisibile (Roma 1870-2020)” è un progetto di coinvolgimento pubblico (Civic Engagement) tra ricerca artistica ed esplorazione urbana e sociale per la realizzazione in tre anni di un’opera artistica. Il progetto è promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 - 2021 - 2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali.

Verso il giardino e la scuola di Herat in esilio
NABA, Nuova Accademia di Belle Arti, Aula 0.01
Via Ostiense 92, Roma
16 dicembre, dalle 9 alle 12
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili
Accesso consentito solo previa esibizione del Green Pass