QS World University Rankings® by Subject: NABA è la migliore Accademia di Belle Arti italiana ed è presente nella top 100 delle migliori università del mondo per il settore Art&Design
I Corsi
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO

NABA ha partecipato al contest parte della campagna #CreateforSleep, che ha coinvolto gli studenti del Triennio in Graphic Design e Art Direction, coordinati dal docente Pietro Puccio, nell’iniziativa volta a favorire una maggiore consapevolezza sulla narcolessia e sui sintomi che la caratterizzano, facendo leva sul linguaggio visivo e sulla creatività.

Il contest è nato con lo scopo di favorire una più rapida comprensione della patologia e va a inserirsi all’interno della campagna di awareness e sensibilizzazione #CreateforSleep, realizzata da AIN (Associazione Italiana Narcolettici), con il patrocinio di AIMS (Associazione Italiana Medicina del Sonno), in collaborazione con l’Accademia e con il supporto non condizionato dell’azienda farmaceutica BIOPROJET Italia.

Le illustrazioni pervenute sono state valutate da una giuria, composta da rappresentanti di AIN e di AIMS, da illustratori professionisti e giornalisti. I giudici hanno identificato 5 progetti finalisti tra quelli che meglio hanno saputo rappresentare le Red Flags, ovvero un insieme di sintomi di allarme della narcolessia pensati per aiutare nella diagnosi i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta.

Proprio l’immediatezza è una delle caratteristiche più apprezzate del progetto di Anna Bonomi, studentessa del Triennio in Graphic Design e Art Direction di NABA, che è risultata vincitrice del contest. L’autrice ha deciso di rendere protagonista della sua illustrazione il sintomo della sonnolenza. L’illustrazione raffigura un giovane ragazzo che, mentre è a scuola, fa fatica a tenere gli occhi aperti e intorno a lui tutti gli oggetti fluttuano in un’atmosfera surreale, quasi liquida, che assomiglia a quella di un sogno.