QS World University Rankings® by Subject: per il secondo anno consecutivo NABA è la migliore Accademia di Belle Arti italiana e nella top 100 delle migliori università del mondo per il settore Art & Design
I Corsi
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO

Terminati i NABA Cinema Awards, è giunta l’ora di celebrare i vincitori di questa prima edizione e di offrire qualche dettaglio in più sull’evoluzione del Triennio in Media Design e Arti Multimediali. Il festival di cortometraggi è stato un banco di prova importante per i giovani registi italiani e internazionali che vi hanno partecipato e che da qui muoveranno per costruire il proprio percorso professionale.

I premi per i migliori cortometraggi, il premio speciale della giuria, la migliore regia e la miglior sceneggiatura

Miasma” di Tian Tian He è lo spaccato realistico vincitore come miglior cortometraggio dei NABA Cinema Awards, aggiudicandosi anche il servizio di distribuzione festivaliera da parte di Premiere Film. Un ragazzo cresciuto nella campagna cinese inizia una nuova fase della sua vita nella prestigiosa scuola di Chongqing. Il cambiamento, la fredda accoglienza dei parenti, la frustrazione per i rapporti conflittuali con i compagni di classe gettano il protagonista in un cono di smarrimento e solitudine che si traduce in un crimine terribile.

Per quanto riguarda la categoria Best Short Film NABA - Rome, invece, è stato premiato “Il muto” di Michele Polisano che riceve in omaggio una Gift Card Feltrinelli. Qui, una banda di criminali compete con un misterioso avversario dal grilletto facile in uno scontro all'ultima pallottola.

Introspettivo e apocalittico è “El lugar por donde el sole sale” di Pablo Garcia Contreras che si aggiudica la miglior sceneggiatura, la miglior regia e un voucher spendibile presso il partner Moovie. Il mondo come lo conosciamo è finito e i tre protagonisti, Val, Oli e Lu, vagano per la costa messicana cercando di sopravvivere alla nuova realtà. Malgrado gli sforzi però, il loro passato torna costantemente a perseguitarli.

Arianna Casati con “La danza degli acari” arriva prima nella categoria Special Jury Prize raccontando la routine, i problemi e le mancanze di un’anziana prostituta e dei suoi clienti, venendo omaggiata di una Gift Card Feltrinelli.

Film di animazione, suoni, cura dell’immagine e del montaggio: gli altri vincitori

Anche i film di animazione hanno avuto lo spazio che meritano. Vincono ex-aequo il premio Best Extra Short Animation “Dóma” di Chiara Seveso e “Seraph” di Andrea Rebecca Marchini, ricevendo in omaggio la licenza annuale del software Harmony Premium grazie a Toon Boom Animation e un display Wacom One offerto da Wacom. Le trame portano rispettivamente sullo schermo il culto della morte visto con gli occhi di due sarte in un piccolo borgo sardo (Tizia e Aurora) e il travaglio esistenziale di Luc, che lotta fino a infrangersi contro gli ostacoli di un mondo desolato.

La casa della solitudine” di Luigi Chiapolino trionfa nella categoria Best Cinematography mostrando quanto un evento tragico possa influenzare i rapporti più intimi. Turbato dalla morte del direttore di un cantiere, l’architetto Marion finisce per complicare la relazione con suo figlio. Best Sound per “Red means go” di Emmanuel Blay. Il film ritrae un giorno qualsiasi di una famiglia del Ghana che affronta povertà e disabilità. Per concludere, Emanuele Cantò si aggiudica il premio Best Editing con “L’acqua che non piove” — cortometraggio ambientato tra Tallinn e Pescara che si concentra sul rapporto che tre fratelli hanno con la casa estiva in cui ritrovano le loro origini.

Il cinema e NABA: l’evoluzione verso il Triennio in Cinema e Animazione

Come anticipato nell’introduzione, i NABA Cinema Awards sono la prova dell’attenzione che l’Accademia ripone sul mezzo cinematografico. Un’attenzione che non si limita all’organizzazione di quest’evento ma che si consolida, a partire dall’A.A. 2022/23, con l’evoluzione del Triennio in Media Design e Arti Multimediali nel Triennio in Cinema e Animazione presso il campus di Milano (la sede di erogazione di Roma è in attesa di approvazione da parte del MUR per l’A.A. 2022/23). Il corso nasce allo scopo di permettere agli studenti di acquisire consapevolezza delle tecniche e degli strumenti necessari per lavorare in un settore in evoluzione costante. Lo scopo è quello di formare artisti e professionisti specializzati nella progettazione e realizzazione audiovisiva per il cinema come per i canali digitali. Le competenze maturate saranno fondamentali per le produzioni in live action e di animazione, per le applicazioni tradizionali e sperimentali, per progetti interattivi e transmediali.

News correlate

NABA Design Marathon e YouniteStars: la progettazione degli spazi di lavoro

Dare forma a spazi capaci di rispondere alle aspettative di una nuova generazione di professi...

NABA presenta NABAevents

NABA è lieta di presentare la seconda edizione di NABAevents, che a partire ...

“Not so critical” l’evento online a cura di Critical Studies Department

Sabato 30 e domenica 31 gennaio dalle ore 15.00 alle 18.00 si è tenuto l’evento ...