QS World University Rankings® by Subject: NABA è la migliore Accademia di Belle Arti italiana ed è presente nella top 100 delle migliori università del mondo per il settore Art&Design
I Corsi
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE LIVELLO VUOI OTTENERE?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO
CHE AREA TI INTERESSA?
SCOPRI IL TUO FUTURO

NABA, in collaborazione con OpenDot, il Fab Lab, hub di ricerca e open innovation, ha presentato Future Fields - Urban farming for the Milan of Tomorrow, un hackathon online nato allo scopo di ripensare il futuro dell’agricoltura urbana attraverso il metodo dello speculative design, disciplina il cui obiettivo è quello di far scaturire domande concrete sulle direzioni che vogliamo prendere per il nostro domani. L’iniziativa fa parte del progetto europeo OpenAgri, cui è a capo il Comune di Milano insieme a Camera di Commercio Milano MonzaBrianza Lodi. 

Future Fields ha visto 35 studenti delle sei Aree didattiche NABA lavorare in gruppo al fine di creare progetti che immaginano scenari e sistemi di agricoltura urbana verosimili per una Milano nel 2025. Le idee, a cavallo tra design e finzione, sono raccolte in un report dal futuro, al fine di stimolare discussioni e riflessioni sulle loro ripercussioni in ambito sociale, culturale, economico e tecnologico. Un evento a cui hanno partecipato in qualità di mentor anche Guido Tattoni, Direttore NABA, Luca Poncellini, Progettazione e Arti Applicate Department Head dell’Accademia e Claudio Larcher, NABA Design Area Leader, ed esperti di agricoltura urbana come Felipe Hernandez di Hexagro, Henry Gordon-Smith di Agritecture, Alessandro Arioli e Patrizia Guglielmotto di Aquaponix, e Andrea Patrucco del Comune di Milano.

Il progetto, introdotto da un palinsesto fitto di contenuti e attività, si è poi sviluppato nel corso di una settimana di lavoro da remoto con il supporto dei tutor di OpenDot e dei mentor, per concludersi con la presentazione e la premiazione dei progetti in live streaming sui canali social di OpenAgri e OpenDot.

Congratulazioni agli studenti Letizia Bultrini e Ilaria Sacchi del Biennio Specialistico in Visual Design e Integrated Marketing Communication, Elena Cusini e Andreea Popescu del Triennio in Design e Leonardo Bosatra del Triennio in Media Design e Arti Multimediali per essersi aggiudicati il primo premio con il progetto “Piantala”; congratulazioni anche alle studentesse Elena Zecchin del Triennio in Graphic Design e Art Direction, ed Elena Ferrando e Miriana Leuci del Biennio Specialistico in Product and Service Design che con il loro progetto “Hedera” hanno vinto un pacchetto di webinar offerto da Camera di Commercio.