Come scegliere la scuola giusta

Hai già deciso che vuoi studiare design e arti creative. Il prossimo step è scegliere l’accademia giusta.

Questo periodo della tua vita è molto importante perché è da questa decisione dipenderanno il tuo futuro professionale e la tua carriera creativa.

Qui troverai cinque domande che ti aiuteranno a capire se NABA è la scuola che fa per te.

1 - Cosa rende questa scuola unica?

NABA adotta una metodologia didattica interdisciplinare che pone al centro gli studenti.

Questo approccio è il frutto di più ingredienti: una forte propensione all'innovazione e alla ricerca coniugato con una fitta rete di collegamenti con il mondo artistico e professionale; una faculty d'eccellenza che combina l'attività didattica con quella professionale in un dialogo vivace e continuativo.

Per oltre 35 anni NABA ha perfezionato il proprio metodo, risultato di un insieme di esperienze diverse: lavoro individuale e di gruppo, lectures e tutoring, sperimentazioni e workshop con aziende basati su brief reali, ricerca concettuale e laboratori pratici.

Grazie alle numerose collaborazioni con aziende italiane ed internazionali, gli studenti possono acquisire un'esperienza diretta sul mondo del lavoro e sviluppare un pensiero critico personale, la necessaria attitudine al problem solving, capacità e competenze artistiche e pratiche.

Situata a Milano, una delle capitali mondiali della moda e del design, NABA offre ai propri studenti infinite opportunità di partecipazione ad eventi e manifestazioni del settore.

NABA si trova sui Navigli, in uno dei quartieri storici di Milano tra i più vivaci e caratteristici.

Il Campus, di oltre 17.000 metri quadri, è dotato di un’eccellente infrastruttura IT e comprende laboratori per computer grafica, editing video, modellazione 2D e 3D, sound design, oltre a laboratori sartoriali, di incisione, modellistica, pittura, illuminotecnica. Si trovano all'interno del Campus anche una biblioteca e una caffetteria.

2 - Qual è la reputazione di questa scuola?

L'approccio didattico NABA ha ricevuto i più alti riconoscimenti da fonti autorevoli. L'accademia è stata infatti selezionata ed inserita nelle ultime edizioni della Masterclass Frame Guide alle migliori scuole di Moda e Design così come nella guida redatta da Domus Magazine delle migliori 100 scuole europee di architettura e design.

NABA è membro dell'ADI (Associazione per il Disegno Industriale) ed è patrocinata dalla Camera Nazionale della Moda Italiana.

Gli studenti NABA hanno ricevuto riconoscimenti nei più svariati concorsi internazionali tra i quali Who's on next? Accessori 2012, Confié les clés by Orange France, Lipton Ice Tea Limited Edition 2012, Rolling Stone.

Sono inoltre stati selezionati dall'ADCI (Art Directors Club Italiano) per l'evento Best of European Design and Advertising, da D&AD, e da Vogue Talents.

3 - Cosa fate per supportare i vostri studenti dopo il conseguimento del diploma?

Qualsiasi scuola può fornirti statistiche brillanti relative all'inserimento dei propri studenti nel mondo del lavoro. Ma poche scuole possono dirti che tipo di lavoro stanno svolgendo gli ex studenti.

NABA può vantare oltre 35 anni di collaborazioni con le migliori aziende italiane e internazionali che rappresentano un importante trampolino di lancio per i nostri studenti nel mondo del lavoro.

Il tasso di occupazione a un anno dal diploma è stato dell'80% nel 2014.L'85% dei nostri alumni lavora in ambiti coerenti con il proprio percorso di laurea.Gli studenti NABA hanno un vantaggio pari al 22% di employement rispetto alla media dichiarata da Almalaurea nell’ultima indagine occupazionale.

Alcuni ex studenti NABA collaborano oggi con le più importanti aziende in tutto il mondo, quali: Alcantara, Armani, Costume National, Jil Sander, Marni, Miroglio Fashion, Pirelli (PZ ero), The Swatch Group, Trussardi, Driade.

L'ufficio Career and Placement aiuta gli studenti e i neodiplomati a selezionare le aziende a cui proporsi per stage e posizioni legate al loro percorso di studio. Gli studenti ricevono inoltre tutta l'assistenza necessaria nella redazione del curriculum vitae, della lettera di presentazione e nell'organizzazione del portfolio. L'Ufficio Career and Placement ha stipulato convenzioni con oltre 1000 aziende tra cui: Armando Testa, BMW, Diesel, Gigiaro Architettura, Gucci, Luceplan, Pininfarina, Pirelli, Etro, Luxottica, Nestlè Italia, Siemens.

4 - È una scuola riconosciuta a livello nazionale? Offre titoli di studio riconosciuti?

Molte persone dimenticano di porre questa domanda quando cercano alla migliore soluzione di studio per il loro futuro, ma si tratta di una questione di massima importanza.

Le istituzioni che si sono sottoposte ad una procedura di riconoscimento ministeriale sono più propense a rilasciare titoli riconosciuti a livello professionale.

Le aziende prima di assumere un collaboratore o un dipendente verificano che questi abbia ricevuto una formazione di qualità ed esigono che la persona prescelta abbia qualcosa di importante da portare ad un team di lavoro.

Per questa ragione un titolo riconosciuto può fare la differenza, aiutando le aziende a filtrare i candidati anche basandosi sulla scuola di provenienza.

Il riconoscimento inoltre, garantisce agli studenti la possibilità di continuare il loro percorso formativo qualora decidessero di proseguire gli studi con una specializzazione o un dottorato presso un'altra università.

NABA ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero Italiano dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca fin dal 1981, e offre titoli di studio di primo e secondo livello riconosciuti.

5 - La faculty è composta da professionisti?

Tutti i docenti NABA sono professionisti dei diversi settori, con una formazione coerente con la materia di insegnamento.

Collaborano o hanno lavorato presso grandi studi di design e architettura, case di moda, agenzie pubblicitarie e di marketing, enti artistici e culturali.

Altri sono famosi curatori d'arte, critici, autori di pubblicazioni o collaboratori abituali di influenti riviste di design e di arte. Tutti i docenti apportano una prospettiva attuale e reale alle loro lezioni o workshop, attraverso le quali motivano gli studenti all'apprendimento, alla sperimentazione e alla crescita.