MAXXI CHIARI.jpg

Improvvisazione libera, una performance di Giuseppe Chiari presentata nel 1990 presso il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, sarà riproposta il 21 Marzo alle 18.30 presso il MAXXI di Roma con la partecipazione degli studenti del Biennio Specialistico in Arti Visive e Studi Curatoriali di NABA.
 

La performance a cura di Massimo Bartolini con la supervisione artistica di Marco Scotini, Direttore del Dipartimento di Arti Visive, prevede una partecipazione libera di almeno 70 persone tra musicisti professionisti e non, purché appassionati di musica. Ciascun partecipante porta con sé uno strumento musicale trasportabile.

La performance vedrà in apertura un concerto di solo piano di Giancarlo Cardini su cui si inserirà e si mixerà L’Improvvisazione libera. L’ orchestra, come afferma Chiari stesso, « seguirà un andamento indeterminato: quando uno inizia tutti iniziano, quando uno finisce tutti finiscono. Si può suonare uno strumento che non si conosce ma si deve tentare di suonarlo in modo tradizionale, si deve suonare il motivo o il frammento di un motivo che ci piace, si può improvvisare, cercare, comporre, si può lasciare il proprio strumento e andare a chiedere lo strumento ad un altro. Lo strumento non può essere rifiutato ma non si può intenzionalmente rispondere e svolgere l’idea musicale di un altro”. E infine, purché “non siate vestiti di nero e nudi…suonate quel che volete, quel che vi piace!».

Vuoi far parte della performance? Scrivi una mail all’indirizzo initiatives@naba.it entro lunedì 18 marzo.

Improvvisazione libera di Giuseppe Chiari

Giovedì 21 Marzo 2019
Orario 18:30 - 20:00
MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo
Ingresso libero
Photo Credits: Giuseppe Chiari, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato. Ph. Salvatore Mazza

Tag