foto-gruppo-addis_new.jpg

Il prossimo 10 maggio NABA presenta il progetto,  “Fare Moda ad Addis Abeba”, ideato dall’Associazione di Promozione Sociale BAM-Bottega delle Arti e dei Mestieri” di Milano, in collaborazione con l’Associazione Etiope Sara Cannizzaro “SCCMA” di Addis Abeba .

Docenti e studenti NABA si sono messi al lavoro con spontaneità e passione per il laboratorio di Addis Abeba di BAM in cui un gruppo di donne locali ha potuto usufruire di un percorso di formazione completo. Non solo hanno imparato tecniche base della sartoria, ma a anche a rivisitare lavorazioni e decori tradizionali per proporli ad un pubblico più vasto di quello interessato all’artigianato locale.

Il risultato è una collezione che contiene tutti gli elementi della tradizione, i tessuti e le lavorazioni manuali, ma fresca e nuova nella sua immagine. Le donne etiopi sono state in grado di realizzare una cooperativa per la gestione autonoma della propria produzione. Il futuro supporto sarà dedicato alla crescita dell’impresa.

L’obiettivo finale del progetto è la realizzazione di una cooperativa per le donne che le conduca all’autosufficienza economica. Il supporto futuro di BAM sarà quello di provvedere all’auto sostenibilità della cooperativa attraverso lo sviluppo di azioni di marketing e crescita d’impresa.

Credits
Staff Tecnico
Elizabeth Berhanu, capo sarta etiope, coordinatrice del Progetto in Addis Abeba
Elisabetta Berla, Fashion Headhunter Consultant
Angelique Brouwers, Fashion&Graphic Designer
Anna Cardani, docente NABA
Melania Impastato, Fashion Designer
Emilia Ioli, sarta capo modellista
Cecilia Moriggi, Textile Designer
Alessandra Mottadelli, Designer
Silvia Personeni, assistente di laboratorio AFOL Milano
Debora Sinibaldi, Professore Associato del Dipartimento Design Politecnico di Milano
Kleant Stasa, Designer Coordinator
Claudio Vendramin, docente della Cattedra di Progettazione Design della Moda-Liceo Artistico Statale di Sassari, attualmente in Addis Abeba con ruolo di insegnamento/ricerca nuovo design

In collaborazione con
Associazione Etiope Sara Cannizzaro “SSCMA”, Fondazione Cariplo, Fondazione Peppino Vismara, Unicredit Foundation

10 Maggio 2016
dalle ore 16 alle ore 21
Triennale di Milano, NOOSPHERE XX1,
Viale Alemagna,6
Milano

Tag
SITONABA_SParano.jpg

As part of the activities organized by NABA, Domus Academy and Tsinghua University in the pavilion NOOSPHERE XX1 – A MOBILE AND EVOLVING SCHOOL – designed by Italo Rota at the XX1 Triennale of Milan – a conference will be held involving NABA Fashion Design students about Realtà Creativa, a project born in Naples where a group of children have tested their creativity. Children from 6 to 12 coming from different social, economic and domestic backgrounds had the possibility to express -through textures, shapes, colours- concepts as “protection”, “cover” and “connection”. A project where fashion is a unconventional language that results in female outfits.

NOOSPHERE XX1 – A MOBILE AND EVOLVING SCHOOL
May 11, 6pm
Pavillion at XX1 Triennale International Exhibition
Viale Alemagna, 6 Milan

Tag
SITONABA_SParano.jpg

Nell’ambito delle attività di NOOSPHERE XX1 – A MOBILE AND EVOLVING SCHOOL, il Padiglione di NABA, Domus Academy e Tsinghua University progettato da Italo Rota alla XX1 Triennale di Milano, si svolgerà, con la partecipazione degli studenti di NABA Fashion Design, una tavola rotonda per presentare Realtà Creativa, progetto nato in un quartiere di Napoli, dove un gruppo di bambini si è riunito per sperimentare la loro creatività. Bambini dai 6 ai 12 anni provenienti da condizioni familiari, sociali, economiche diverse hanno potuto esprimere attraverso tessuti, forme, texture e dettagli, concetti come avvolgere, unire proteggere e coesistere. Un progetto che vede la moda coinvolta in un dialogo non convenzionale e si concretizza nella realizzazione finale di capi femminili.

NOOSPHERE XX1 – A MOBILE AND EVOLVING SCHOOL
11 maggio, 18.00
Padiglione presso XX1 Triennale di Milano
Viale Alemagna, 6 Milano

Tag
BANNER-oro-young-glory.jpeg

Rea Jabara, student of the NABA Master in Creative Advertising, won the Gold Prize at the March edition of the contest ofYoung Glory with the project “/R/OLYMPICS”. The work was judged by the Executive Creative Director of N/A Brookling/Montreal Louis-Philippe Tremblay.

The design works needed to follow the brief “Let’s say no”, creating a social protest in order to get the public opinion involved about the Olympic Games situation, which became over the years a massive corporation, restricting the freedom of expression and disrupting the local economy rather than enriching it.

Congratulations!

Tag
BANNER-oro-young-glory.jpeg

Rea Jabara, studentessa del Master in Creative Advertising di NABA, ha vinto l’oro all’edizione di Marzo del contest diYoung Glory con il progetto “/R/OLYMPICS” giudicato dal Direttore Creativo Esecutivo di N/A Brookling/Montreal Louis-Philippe Tremblay.

I progetti dovevano seguire il brief “Let’s say no”, creando una protesta sociale al fine di coinvolgere l’opinione pubblica riguardo alla situazione dei Giochi Olimpici, che negli anni sono diventati un’imponente corporazione che limita la libertà di espressione e rallenta le economie locali piuttosto che arricchirle.

Congratulazioni!

Tag
MUYBRIDGE-BANNER.jpeg

NABA Visual Arts Department students take part into the performance realized on the occasion of the opening of “MUYBRIDGE RECALL” exhibition.

The exhibition, curated by Leo Guerra and Cristina Quadrio Curzio, is dedicated to Eadweard Muybridge (1830 – 1904), the photographer famous to have created the idea of movement in photography anticipating the cinema. It will be host in the centre of Milan at Galleria Gruppo Credito Valtellinese from May 19th to October 28th.

“MUYBRIDGE RECALL” will host the production of Muybrige and the set he used to shoot will be recreated.

MUYBRIDGE RECALL
from May 19th to October 28th
Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta, 59 Milan

Tag
MUYBRIDGE-BANNER.jpeg

Gli studenti del Dipartimento di Arti Visive di NABA partecipano alla performance che verrà presentata in occasionedell’inaugurazione della mostra “MUYBRIDGE RECALL”, con la curatela di Leo Guerra e Cristina Quadrio Curzio, ospitata nel cuore di Milano all’interno della Galleria Gruppo Credito Valtellinese.

La mostra, dedicata a Eadweard Muybridge (1830 – 1904), il fotografo che “inventò” il movimento anticipando la nascita del cinema, non si limita a presentare un focus sulla storica produzione di Muybridge ma verrà anche ricomposto, in chiave contemporanea, il set che egli usava per gli scatti in piano sequenza che si animerà durante la performance.

MUYBRIDGE RECALL
Dal 19 maggio al 28 ottobre 2016
Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta, 59 Milano

Tag
sito-ICUB.jpeg

On May 11th NABA will host the presentation of the book Mondi Altri. Processi di soggettivazione nell’era postumana a partire dal pensiero di Antonio Caronia (edited by Amos Bianchi and Giovanni Leghissa, Mimesis 2016). “Mondi altri”, through focused contents, means to actualize the thought of Antonio Caronia, once NABA teacher, and his topic of interest to provide the scientific community and, in general, to who cares about the performativity of critical thinking, a series of essay which have in common their ambition to provide an agenda of discussion topics for the coming period.

with
MARESA LIPPOLIS Course Leader of NABA BA in Media Design e Multimedia Arts
GIOVANNI LEGHISSA Researcher at the Philosophy and Educational Sciences Department of the University of Turin
DOMENICO GALLO Writer
AMOS BIANCHI NABA Academic of Aesthetics and History of Cinema
GABRIELA GALATI NABA Academic of Theory and Methodology of Mass Media
PATRIZIA MOSCHELLA Course Leader of NABA BA in Graphic Design and Art Direction

The meeting, open to public, is part of the cycle INTO THE MEDIA FOLDS curated by NABA Media Design and Multimedia Arts.

Picture: Sarah Ciracì, Ritratto di Umanoide (iCUB) 2008, cm 150×100.Light Jet Print mounted on aluminum, frame. Courtesy artist

Book Presentation Mondi Altri. Processi di soggettivazione nell’era postumana a partire dal pensiero di Antonio Caronia
May 11th, 5 pm
NABA, Room G0.4

Tag
sito-ICUB.jpeg

Il prossimo 11 maggio NABA ospita la presentazione del volume Mondi Altri. Processi di soggettivazione nell’era postumana a partire dal pensiero di Antonio Caronia (a cura di Amos Bianchi e Giovanni Leghissa, Mimesis 2016).

“Mondi altri” intende, attraverso contributi mirati, riattualizzare il pensiero di Antonio Caronia, che fu docente di NABA, e i suoi temi di interesse per fornire alla comunità scientifica e, in generale, a chi abbia a cuore la performatività del pensiero critico, una serie di saggi accomunati dall’ambizione di fornire un’agenda di temi di riflessione per il periodo a venire.

Introduce
MARESA LIPPOLIS Course Leader del Triennio in Media Design e Arti Multimediali NABA
GIOVANNI LEGHISSA Ricercatore presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’educazione dell’Università di Torino
DOMENICO GALLO Scrittore
AMOS BIANCHI Docente NABA di Estetica e Storia del cinema
GABRIELA GALATI Docente NABA di Teoria e Metodo dei mass media
PATRIZIA MOSCHELLA Course Leader del Triennio in Graphic Design and Art Direction NABA

L’incontro, aperto al pubblico, fa parte del ciclo INTO THE MEDIA FOLDS a cura di NABA Media Design e Arti Multimediali.

Presentazione del volume Mondi Altri. Processi di soggettivazione nell’era postumana a partire dal pensiero di Antonio Caronia
11 maggio, ore 17.00
NABA, Aula G0.4

Tag
landscape-artificial-scacchi_BANNER.jpeg

As part of the activities organized by NABADomus Academy and Tsinghua University in the pavilion NOOSPHERE XX1 – A MOBILE AND EVOLVING SCHOOL – designed by Italo Rota at the XX1 Triennale of Milan – a workshop inspired by chess game will be held by MA in Design, Interior Design.
 Chess is a board game that opposes two players against each other through a precise discipline of motion rules within a defined space. The workshop aims at analyzing the difference to play chess against a human being or against a computer: through a precise methodology of transformation of time-based dynamic phenomena (a series of chess games) into static sculptural forms, this workshops aims at exploring the possibility to visualize the different outcomes of the efforts of artificial intelligence and human intelligence to the same kind of complex.

NOOSPHERE XX1 – A MOBILE AND EVOLVING SCHOOL
LANDSCAPE OF ARTIFICIAL INTELLIGENCE
From May 12th to 17th
Pavillion at XX1 Triennale International Exhibition
Viale Alemagna, 6 Milan

Tag

Pages