miur_naba.jpeg

Il 28 settembre a Faenza, tre studenti NABA del Triennio in Design Sara Monacchi, Andrea Pelino e Luca Toscano hanno vinto il contest Future is Design-Premio Nazionale delle Arti 2016/2017 in collaborazione con il MIUR nella sezione dedicata al Design di Prodotto.

La giuria di questa edizione 2017 si è avvalsa di un organico d’eccezione nominato dal MIUR: Anty Pansera - past president dell’ISIA di Faenza e storica del design, Beppe Finessi - Direttore responsabile della rivista INVENTARIO, l’industrial designer Giulio Iacchetti e Massimiliano Tonelli – direttore di Artribune e responsabile dei contenuti digitali di Gambero Rosso. Inoltre, tra i partecipanti alla premiazione: Michele Moretta, Dirigente MIUR - Direzione generale per lo studente lo sviluppo e l'internazionalizzazione della formazione superiore preposto al coordinamento di promozione incentivazione valorizzazione della produzione artistica, Giuseppe Furlanis, Coordinatore MIUR del tavolo tecnico sul Design e Presidente della Conferenza dei Presidenti e Direttori ISIA, Massimo Isola, Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Faenza.

I nostri studenti hanno presentato il progetto: GLIFO, un supporto leggero e lavabile, creato su misura grazie alla stampa 3D, anche le persone con deficit cognitivi e motori potranno scrivere e disegnare in autonomia, attraverso una corretta stimolazione della mano.  Il progetto vuole rendere l’attività riabilitativa efficace in ambito domestico e scolastico, favorendo l’integrazione. GLIFO fa parte di UNICO – The Other Design, una piattaforma di prodotti-servizi creata da Opendot e Fondazione TOG, che raccoglie una collezione di oggetti belli e funzionali co-progettati da designer, terapisti, bambini con disabilità e le loro famiglie.

I progetti dei finalisti verranno esibiti durante la mostra Future IS Design del PNA che sarà aperta dal 28 settembre al 15 ottobre 2017, in più verrà pubblicato un catalogo bilingue del Premio Nazionale delle Arti.

Congratulazioni Ragazzi!!!

Tag
TERRA_naba.jpg

Siamo felici di annunciare l'avvio del Progetto “TERRA", promosso da Istituto OIKOS in partnership con NABA e finanziato dall’AICS - Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo. Nell'ambito generale del progetto, gli studenti e i docenti del Triennio Design di NABA collaboreranno con i laboratori artigianali di concia vegetale e lavorazione delle pelli nel territorio delle comunità pastorali Maasai nel nord della Tanzania, per favorire lo sviluppo di micro-imprese prevalentemente femminili basate sul design di nuovi oggetti e accessori in pelle.

Luca Poncellini (C-Park Advisory Leader) e Vered Zaykovsky (docente del Triennio di Design) hanno intrapreso la prima missione ad Arusha-Mkuru (Tanzania) per andare a esplorare il contesto culturale e sociale. Al loro ritorno gli studenti reinterpreteranno i prodotti artigianali Masai delineando una nuova collezione fedele alla tradizione e con caratteristiche innovative e maggiori potenzialità di mercato.

Un’occasione unica per gli studenti!

TERRA_naba.jpg

We are happy to announce the launch of the "TERRA" project, sponsored by OIKOS in partnership with NABA and financed by the AICS - Italian Agency for Cooperation and Development. Thanks to this project, NABA students and teachers of the BA in Design will join forces with artisan laboratories of vegetable tanning and leather processing in Maasai pastoral communities of Northern Tanzania to encourage the development of  - mainly feminine - micro-enterprises based on the design of new objects and accessories in leather.

Luca Poncellini (C-Park Advisor Leader) and Vered Zaykovsky (Professor of the BA in Design) travelled to Arusha-Mkuru (Tanzania) to explore the social context and breathe the foreigner culture. Afterward, they will share with the students the forms of expression of the Masai traditional culture, aiming to work on a new collection of traditional products with innovative features.

NABA students will experience this unique opportunity!

colophon-callas-89x203-1.jpeg

NABA BA in Theatre and Exhibit Design students, with Margherita Palli, played a key role in setting up the â€œMaria Callas in scena. Gli anni alla Scala” exhibition, scheduled from 15th September to 31st January 2018 and hosted at La Scala Theatre Museum.

The exhibition has been curated by Margherita Palli, an internationally-renowned theatre designer and NABA BA in Theatre and Exhibit Design Advisory Leader. Alongside her, Valentina Dellavia, a long-term associate of Margherita Palli and former NABA student. The exhibition, promoted by Fondazione Teatro alla Scala and organized by Museo Teatrale alla Scala and in collaboration with Hearst Italia, pays tribute to the milanese years of the famous soprano Maria Callas. The exhibition hosts 14 theatrical outfits worn by Callas and a selection of sketch signed by Lila de Nobili together with a demiparure used by Callas on the occasion of La Traviata by Luchino Visconti (from the private collection of Rinaldo Albanesi).

“Maria Callas in scena. Gli anni alla Scala” exhibition
From September 15th to January 31st 2018
Museo Teatrale alla Scala, Milan

Tag
colophon-callas-89x203-1.jpeg

Gli studenti del Triennio in Scenografia di NABA, con Margherita Palli, sono protagonisti dell’allestimento della mostra â€œMaria Callas in scena. Gli anni alla Scala”, in programma dal 15 settembre al 31 gennaio 2018 e ospitata all’interno del Museo Teatrale alla Scala.

La mostra è stata curata da Margherita Palli, scenografa di rilievo internazionale e Advisory Leader del Triennio in Scenografia di NABA; insieme a lei, Valentina Dellavia, collaboratrice storica di Margherita Palli ed ex studentessa NABA.

La mostra, promossa da Fondazione Teatro alla Scala e organizzata da Museo Teatrale alla Scala e in collaborazione con Hearst Italia, rende omaggio agli anni milanesi del grande soprano. L’esposizione ospita 14 abiti di scena originali e una selezione di bozzetti e figurini firmati da Lila de Nobili cui si aggiungono la demiparure indossata dalla Callas nel primo atto de La Traviata con la regia di Luchino Visconti nel 1955 (dalla collezione privata di Rinaldo Albanesi).

Mostra “Maria Callas in scena. Gli anni alla Scala”
Dal 15 settembre al 31 gennaio 2018
Museo Teatrale alla Scala, Milano

Tag
scotini_naba.jpg

Il 25 Settembre 2017, Marco Scotini, Direttore del Dipartimento di Arti Visive di Naba, terrà la conferenza "Non-aligned Modernities: Curatorship and Multiplicity of the Local Cultures", su invito di Su Dan (direttore di Accademia delle belle arti di Tsinghua University, Pechino) e di Chen Anying (direttore del dipartimento di storia dell'arte).

Durante l’incontro si affronterà il rapporto tra egemonia occidentale nell'arte contemporanea e le altre culture su scala globale all’interno della pratica dell’exhibition making attuale. Scotini si soffermerà inoltre sulla sua ricerca curatoriale personale attraverso le mostre Too early Too late: Middle-East and Modernity (Bologna, 2015), Non aligned modernity (Milano/Budapest, 2016), The white hunter: African memories and representation (Milano, 2017).

Marco Scotini darà anche un'anticipazione della mostra concepita per la prima biennale di Anren: The Sechwan Tale: Theatre and History che aprirà il 27 ottobre. Quindi si focalizzerà sulla forma di presentazione e di auto-rappresentazione culturale del Middleast, dell'Africa, della Cina e dell'ex blocco sovietico.

Questa per l’università di Pechino è la prima di una serie di conferenze che Scotini terrà in diverse istituzioni cinesi tra 2017 e 2018 quali Accademia di Xi'an, Università di Yinchuan, Accademia di Sichuan a Chongqing.

Tag
scotini_naba.jpg

On September 25th 2017, Marco Scotini, head of Naba’s Visual Arts department, will hold the conference "Non-aligned Modernities: Curatorship and Multiplicity of the Local cultures", on invitation of Su Dan (director of the Academy of Fine Arts of Tsinghua University, Beijing) and Chen Anying (director of the Department of Art History).

During the meeting, he will face the relationship between Western hegemony in contemporary art and other cultures on a global scale within the practice of the current exhibition making. Scotini will focus also on his personal curatorial research through the exhibitions too early too late: Too early Too late: Middle-East and Modernity (Bologne, 2015), Non aligned modernity (Milan/Budapest, 2016), The white hunter: African memories and representation (Milan, 2017).

Marco Scotini will also give an insight of the exhibition conceived for the first Anren Biennale: The Sechwan Tale: Theatre and History that opens on October 27th. Thus, he will focus on the form of presentation and self-representation of the Middleast, Africa, China and the former Soviet union.

This is the first of a series of conferences at the University of Beijing that Scotini will hold in several Chinese institutions between 2017 and 2018 such as Academy of Xi'an, University of Yinchuan, Sichuan Academy in Chongqing.

Tag
messico_Naba.jpg

Fourteen students from the BA in Design with their course leader Claudio Larcher flew to Mexico from September 1st to 10th to take part in a workshop hosted by Trinitate, a manufacturing company specialized in interior decoration, located in the León area.

The 'Design Residency' format allowed the students to develop a collection of 15 items in terracotta and leather, the typical materials of local craftwork. The aim was to create quality items developed with an Italian design while leveraging the interaction between the two cultures.

"In Italy we have a great tradition related to design, both in terms of project development and of actual manufacturing. This cultural exchange can be fascinating for both sides, particularly for the Mexican reality, which can draw on our long-standing tradition." said Claudio Larcher.

Once production is completed, the items will be presented in NABA in 2018.

We can't wait!

https://trinitateleon.com/

 

messico_Naba.jpg

Quattordici studenti del Triennio in Design, guidati dal course leader Claudio Larcher, hanno partecipato dal 1 al 10 Settembre ad un workshop in Messico, ospiti dell‘azienda Trinitate (azienda manifatturiera di decorazioni di interni della zona di Leòn).

Il format ‘Design Residency’ ha permesso agli studenti di sviluppare una collezione di 15 oggetti in terracotta e pelle (materiali tipici del luogo) che verranno successivamente prodotti dalle aziende. L’obiettivo era quello di realizzare oggettistica di qualità dal design italiano valorizzando il dialogo tra le due culture.

“In Italia vantiamo una prestigiosa tradizione legata al design, sia sul lato della progettazione che della produzione di manufatti. Lo scambio culturale può risultare interessante per tutte e due le parti, ma soprattutto per la realtà messicana, che può attingere alla nostra tradizione di lunga data“, ha affermato Claudio Larcher.

Una volta terminata la produzione, i manufatti verranno presentati in NABA nel 2018.

Non vediamo l’ora!

https://trinitateleon.com/

DECO_Naba.jpeg

Three NABA students from the MA in Product Design were declared winners in the DECO - Design Condivisione Competition. The project, result of the collaboration between Regione Lombardia and Unicamere Lombardia with ADI - Associazione per il Disegno Industriale and Fiera Milano, evaluated the innovative prototypes from 40 young designers, produced with the support of the best manufacturing companies in Lombardia.

The NABA winners: Pietro Codazzi, Maria Laura Martinez and Mariana Gaspar Ferreira will present their prototypes at the presence of Mauro Parolini, Regione Lombardia’s Council for Economic Development, in a presentation event taking place on September 15th at Fiera Milano.

Good Job Guys!

11.00 a.m. @HOMI
Hall 18, stand H32/H38
Fiera Milano

http://www.fieramilano.it/

http://www.deco.regione.lombardia.it/

Tag

Pagine